BIO

 

about lucia

Arte. Design. Letteratura. Antropologia.

Posso dire di esser stata una bimba timidissima. Non ho mai disdegnato la solitudine, perché mi concedeva ampi spazi per coltivare il mio mondo fantasioso

Della danza mi ha sempre affascinato ciò che lo spettatore non può vedere in scena: la creazione dei pezzi, le prove generali, l’odore del palco e della pece, la polvere che si vede volare illuminata dalle luci di scena. 

Ciò a cui aspiravo era la composizione coreografica: arrivare ad avere gli strumenti e la conoscenza per creare qualcosa di mio.